Dintorni

I dintorni

Campomarino di Maruggio

La spiaggia di Campomarino è uno dei più bei tratti costieri del Salento e della Puglia, incastonata nel territorio del comune di Maruggio premiato con le 3 Vele di Legambiente.

Il mare cristallino dai riflessi caraibici, anche detto dei sette colori, è incorniciato dalle alte dune di sabbia chiara che si estendono per chilometri su entrambi i versanti del centro abitato. La spiaggia, sia libera che attrezzata, digrada nei fondali trasparenti che permettono, anche a chi non è esperto, di avventurarsi in affascinanti immersioni alla scoperta del mondo subacqueo.

Campomarino vanta anche un moderno e accogliente porticciolo diviso in due, la zona dedicata ai pescherecci e la zona turistica.

La Torre, le Dune, la movida

La spiaggia di Campomarino è vegliata dalla Torre delle Moline che, come le molte altre presenti lungo le coste salentine, è stata costruita per avvistare in tempo le incursioni saracene provenienti dal mare. La Torre risale al 1473 e viene chiamata così perché proprio in questa zona venivano ricavati, dagli scogli, le pietre per la costruzione dei molini, utilizzati per la macinazione dei cereali.

Caratteristiche di questa zona sono le Dune di Campomarino che si estendono per oltre 40 ettari e possono raggiungere anche i 10 metri di altezza e che si distinguono per essere tra le dune meglio conservate d’Italia.
Le Dune costituiscono uno scenario unico nel suo genere e il panorama che si apre davanti agli occhi del visitatore è di forte effetto, la loro imponenza si incastona perfettamente nella lussureggiante macchia mediterranea tipica del luogo, conservando la bellezza naturale incontaminata di questi luoghi.

Suggestive e animate sono le sere d’estate ravvivate da mercatini, spettacoli all'aperto, locali notturni e passeggiate sul lungomare. Da non perdere il tramonto in riva al mare, suggestivo e molto romantico. Ma Campomarino è anche il punto di partenza ideale per visitare alcune fra le più interessanti destinazioni turistiche della Puglia ed, in particolare, del Salento e della Valle d'Itria.


manduria

Manduria

Ridente cittadina di origini messapiche raggiungibile in pochi minuti d'auto. Assolutamente da visitare sono le antiche mura megalitiche, i resti del fossato che delimitava la città e la necropoli, oggi racchiusa in un Parco Archeologico di estremo interesse. Da non perdere anche il Fonte Pliniano, che prende il nome da Plinio il Vecchio, il centro storico costellato di strette viuzze, la Chiesa Madre, il Quartiere ebraico e i tanti palazzi gentilizi ricchi di storia.
Manduria è, anche, il fulcro della zona di produzione del vino rosso DOP Primitivo di Manduria, vino famoso in tutto il mondo e prodotto esclusivamente in questo territorio e in molte cantine vengono proposte degustazioni e visite guidate ai vigneti.


torre colimena

Torre Colimena e la Salina dei Monaci

Volendo rimanere sulla costa, è d'obbligo visitare Torre Colimena, piccolo borgo di pescatori e la Salina dei Monaci, area naturale protetta di strategica importanza per la flora e per la fauna composta prevalentemente da uccelli migratori che la popolano, luogo ideale per praticare birdwatching, jogging e per le passeggiate all'aria aperta.
Queste aree insieme alle Dune Costiere, al Fiume Chidro (molto apprezzato da chi pratica immersioni subacquee), alla Palude del Conte e al Bosco dei Cuturi e di Rosa Marina, costituiscono il Parco Naturale del Litorale Tarantino Orientale che si sviluppa tra il litorale e l’entroterra del comune di Manduria.


lecce

Lecce e il suo Barocco

Lecce, capoluogo del Salento, è famosissima per il barocco che si può ammirare nei portali dei palazzi e nelle facciate delle tantissime chiese, prima fra tutte la Basilica di Santa Croce, che si snodano lungo le vie del centro storico. Tappe obbligatorie sono l'Anfiteatro e il Teatro Romano, il Sedile e il Palazzo dei Celestini con la loro incredibile esuberanza barocca, la Chiesa di Sant'Irene, il Duomo e il Castello di Carlo V tutti vicini tra loro.
Perdersi nei vicoli del centro storico è un'esperienza stupenda per tutti i sensi perché la vista viene rapita dal colore dei palazzi, delle chiese e dei monumenti che lo popolano, mentre l'olfatto viene conquistato dagli odori tipici della cucina salentina.


alberobello

La Valle d'Itria e l'Alto Salento

Una volta arrivati in Puglia è d'obbligo visitare anche la Valle d'Itria, una vallata verde costellata da un'infinità di Trulli e Masserie circondati da vigneti e uliveti delimitati da muretti a secco ed estesa a perdita d'occhio tra le colline della Murgia.
È una delle aree più affascinanti della Puglia e da Campomarino è possibile raggiungere agevolmente in auto le meravigliose località più gettonate come Ostuni, Cisternino, Ceglie Messapica, Martina Franca, Locorotondo, Alberobello e molti altri borghi dove immergersi nella cultura e nelle tradizioni, perdersi nei sapori e negli odori tipici di questa zona ricca di specialità a livello enogastronomico e culturale.


taranto

Taranto e Brindisi

Taranto è la capitale della Magna Grecia, denominata anche la Città dei Due Mari perché bagnata dal mar Grande e dal mar Piccolo. Assolutamente da visitare è il Museo Archeologico Nazionale Marta dove ammirare gli Ori di Taranto e una vastissima raccolta di reperti archeologici provenienti da tutta la provincia.

Brindisi, conosciuta anche come la Porta d'Oriente sin dall'antichità per la sua importanza strategica per le truppe romane e per i mercanti veneziani dopo. Ancora oggi il porto di Brindisi registra importanti collegamenti turistici e mercantili soprattutto da e per la Grecia e l'Albania.


Cosa fare e cosa vedere nel Salento?

Contattaci subito per prenotare le vacanze al Ficheto di Puglia in questo angolo di paradiso!